logo
spices-21055411920

Spezie


Come utilizzare le spezie per insaporire gli alimenti:


Aglio per insaporire piatti di carne e pesce


Alloro per insaporire stufati di carne, umidi e zuppe


Aneto per insaporire i broccoli, il salmone e vitello


Basilico per insaporire il pomodoro,  piatti di pesce, carne bianca, uova


Chiodi di garofano per insaporire le verdure o per marinare la carne


Coriandolo per insaporire carne bianca o rossa, pesce e verdure


Curry per insaporire carne bianca, zuppe e pesce


Curcuma per insaporire verdure, zuppe, carne, legumi e primi piatti


Cumino per insaporire legumi (hammus), patate e riso 


Dragoncello per insaporire gli asparagi, pollo e pomodori


Erba cipollina per insaporire il pesce, uova, formaggi, insalate e vellutate di verdure


Menta per insaporire zuppe fredde, yogurt e piselli


Noce moscata per insaporire i cavolini di Bruxelles


Origano per insaporire i pomodori, pollo alla griglia, uova e formaggi


Prezzemolo per insaporire sughi, minestre, uova, pesce, e carne


Rosmarino per insaporire carne, patate e zucca


Salvia per insaporire zucca, uova, ricotta la carne e la pasta


Semi di finocchio  per insaporire zuppe, frutti di mare e uova


Timo  per insaporire i piselli, pollame e patate arrosto


Zafferano per insaporire carne e pesce


Zenzero per insaporire le verdure e i secondi di pesce


Suggerimenti:


  • Sappiate che la stessa spezia può avere tantissime sfumature a seconda della porvenienza d’origine o della sua ricetta.
  • Le spezie devono avere il tempo di rilasciare i propri sapori; non aggiungetele a fine cottura ma fin dall’inizio.
  • Cercate di comprare sempre le spezie intere da macinatele al momento, il loro aroma è sicuramente migliore e più forte, quelle in polvere tendono a perderlo più velocemente.
  • Quasi tutte le spezie, se fatte tostare in una padella a fiamma bassa, rilasceranno molto più profumo e sapore.
  • Le spezie inoltre non scadono al massimo perdono il loro aroma, tenerli infatti in contenitori chiusi ermeticamente, meglio in vetro, porcellana, legno, lontano da luce e calore


Inoltre:

Le spezie differiscono per aroma (dolce, forte, pungente, piccante) e per altri fattori come per la forma in cui si utilizzano (in polvere, intere, tritate, a pezzi), per la provenienza geografica, per la parte di pianta utilizzata (bacche, frutti, radici). Ma quello che è più sorprendente, è che il loro aroma varia a seconda della cottura a cui sono sottoposte.


In generale possiamo dire che:


- nei piatti a cottura lunga: preferite spezie intiere e crude

- nei piatti a cottura rapida: preferite spezie in polvere e crude

- a fine cottura: usate spezie tritate e crude




image-619

Dott.ssa Marta Marini Padovani


Biologo Nutrizionista

Create a website